Terapia Familiare

terapia psicologa familiare a Firenze

Crisi in famiglia

Le relazioni familiari sono basati su delicati equilibri e in fase di cambiamento si possono generare difficoltà e malesseri.

Gli “attori” in gioco sono diversi: la coppia, i figli, le famiglie originarie.

Le difficoltà che si vengono a creare possono portare a scompensi all’interno del nucleo; eventi straordinari possono contribuire, per esempio la nascita di figli o cambiamenti lavorativi, malattie e molto altro.

Alcuni componenti possono percepire maggiormente il disagio, talvolta manifestando un sintomo, ma non sempre la famiglia riesce da sola a fronteggiare la situazione, restando quindi in una condizione di sofferenza che può soltanto deteriorare i rapporti.

La confusione regna nelle menti dei soggetti coinvolti, si perde il controllo sulle situazioni; la comunicazione scarseggia e la sofferenza aumenta.

La famiglia è il fulcro, è la dimensione in cui si sviluppano le relazioni più significative, è alla base per lo sviluppo emotivo di una persona.

Tuttavia, va sempre considerata in relazione al contesto di riferimento, anche in termini trigenerazionali (nonni, genitori e figli) per capirne meglio lo sviluppo.

Quest’ultimo attraversa un ciclo vitale (Haley, 1973), dalla nascita della coppia, verso la nascita dei figli, l’adolescenza, lo svincolo dei figli e la vecchiaia.

Esistono degli eventi che implicano una riorganizzazione del sistema familiare, per riuscire a passare alla fase successiva.

Alcuni eventi si definiscono normativi in quanto prevedibili; altri, al contrario, sono detti paranormativi perché imprevedibili in un normale processo di sviluppo (ad es. un incidente o la morte di un figlio).

Tale riorganizzazione della famiglia può svolgersi in maniera disfunzionale, creando malessere.

Tale malessere può far sì che uno dei componenti della famiglia accusi il malessere attraverso un sintomo: in termini sistemico-relazionali questo soggetto viene chiamato “paziente designato”.

Su di lui si concentra l’attenzione degli altri membri della famiglia, i quali perderanno così di vista i conflitti e le difficoltà relazionali pericolose per la famiglia stessa.

Il paziente designato, così facendo, inconsapevolmente, protegge il sistema.

La terapia della famiglia mira alla riorganizzazione delle relazioni e della comunicazione, in base alla fase del ciclo vitale vigente, analizzando il significato del sintomo senza trascurare il contesto e la dimensione trigenerazionale.

Il terapeuta della famiglia si fa carico dell’intero nucleo familiare per gestire la riorganizzazione.

Articoli & News

giovedì 16.09.2021

LO STRANO MONDO DELLE NOSTRE EMOZIONI

Capita di sentirsi un po' affaticati a volte,…

Leggi tutto

lunedì 01.03.2021

Essere Genitori

Un figlio Tanto atteso, desiderato, cercato, arrivato quando…

Leggi tutto

martedì 19.01.2021

Adolescenza e Lockdown

L’adolescenza è la fase del ciclo di vita…

Leggi tutto

giovedì 14.01.2021

Quando l’Ansia diventa incontrollabile: l’Attacco di Panico.

L’ansia è un processo psichico attraverso il quale…

Leggi tutto

“Tutte le famiglie felici si assomigliano fra loro, ogni famiglia infelice è infelice a suo modo“

Tolstoj